SKA – Square Kilometre Array

Il progetto SKA (Square Kilometre Array) è una sfida a livello scientifico e ingegneristico che ha come obiettivo quello di realizzare il pià grande e pià sensibile radiotelescopio mai costruito sulla terra che sarà in grado di rivoluzionare le osservazioni astronomiche e la ricerca scientifica.

Il progetto è guidato dalla SKA Organisation che ha il compito di coordinare tutte le varie attività quali quelle riguardanti l’ ingegneria, la scienza, la valutazione dell’ ubicazione e l’impatto pubblico; il quartier generale si trova presso il Jodrell Observatory, vicino Manchester, UK.

Il progetto prevede la realizzazione di circa 3000 antenne (nella sua configurazione finale) con una superficie equivalente di circa un milione di metri quadri; tre tipi di antenne verranno utilizzate per realizzare una copertura continua di frequenza da 70 MHz a 20 GHz: dishes, aperture arrays a media frequenza e aperture arrays a bassa frequenza e saranno ubicate sia in Australia che in Sudafrica.

Diversi i paesi coinvolti nel progetto; tra questi Argentina, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, India, Italia, Olanda, Nuova Zelanda, Polonia, Portogallo, Russia, Sud Africa, Svezia, UK, USA insieme ad astronomi e ingegneri provenienti da 70 diversi istituti di ricerca.

SAM è uno dei membri dello SKA DISH CONSORTIUM (uno degli 11 consorzi responsabili dei diversi work packages del progetto) che è guidato dall’ australiana CSIRO (Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation); il consorzio si occupa di tutte le attività di design e verification della struttura delle antenne a riflettore, delle ottiche, dei ricevitori e di tutti i sistemi di supporto sia per SKA_Mid che per SKA_Survey.

www.skatelescope.org